Scritto da Michele Bellotti il ottobre - 2 - 2018

WhatsApp inserirà delle pubblicità. Ecco come Facebook intende iniziare a monetizzare il suo traffico.

WhatsApp

Il futuro di WhatsApp è stato in parte svelato grazie ad un’intervista rilasciata a Forbes. A parlare è stato Brian Acton, uno dei co-fondatori del celebre social di messaggistica. Acton ha parlato dell’arrivo di pubblicità all’interno del servizio. Questo ci riporta alla memoria il periodo in cui l’app era a pagamento. WhatsApp ha un bacino di utenza estremamente elevato ma al momento non offre ai suoi proprietari alcun metodo di monetizzazione diretta. Le cose sembrano destinate a cambiare molto presto, grazie all’inserimento di banner pubblicitari.

I due fondatori Koum e Acton, hanno deciso di lasciare il timone dell’app a seguito di divergenze con lo stesso Zuckerberg. Pare proprio che il motivo della discordia riguardasse le modalità di guadagno dell’applicazione. L’idea di inserire banner pubblicitari all’interno del servizio è una idea che resiste sin dal 2009, idea contro cui i due co-fondatori lottarono con tutte le loro forza.

I piani di Facebook erano già chiari sin da prima dell’acquisizione. L’azienda aveva già intenzione di inserire banner pubblicitari sulle chat di WhatsApp, così da poter rientrare dalle spese sostenute per l’acquisizione. Cifra che ricordiamo sfiorò i 22 miliardi di dollari.

Le prime novità per gli utenti potrebbero arrivare già entro il 2019. Possiamo attenderci l’arrivo di pubblicità. Secondo altri WhatsApp potrebbe optare anche per servizi di gioco a pagamento in stile WeChat. Non abbiamo ancora certezze in merito alle modalità, ma possiamo essere comunque certi che qualcosa cambierà e sicuramente non in meglio per gli utenti.

(Visited 3 times, 1 visits today)
Categorie: App

Leave a Reply

Mondo smartphone

Google Pixel 3 Lite

Google Pixel 3 Lite, prim..

Apparse in rete le prime ...

smartphone pieghevole

LG, smartphone pieghevole..

LG è pronta per il ...

Nokia 9

Nokia 9, atteso per genna..

Nokia 9 potrebbe arrivare già ...